CURVY INSPIRATION: Stefania Ferrario


stefania ferrario, curvy model, drop the plus, #droptheplus

2016-ott25-stefania-ferrario

#DropThePlus : Stefania Ferrario

Stefania Ferrario, Australian model born from Italian mother. She is the testimonial for Dita Von Teese lingerie line and major supporter for the #DropThePlus movement.

During an interview with DAZED magazine, Stefania said that the fashion industry still can’t represent its audience. Celebrating body diversity is becoming a must. Finally fashion is getting up to speed with this. This industry should be the first to encourage body diversity, even if we only see a certain type of body on the runways. Stefania Ferrario adds that it might be because it’s more difficult to create clothes that fit perfectly a curvier body.

Clothes should be made to show off your body and enhance it. Clothes shouldn’t be done to hide the curves. With the plus size label, we often tent to indicate clothes that hide our body, slim it and put it away.

Creator of the #droptheplus hashtag, she also talks about the problems people might have when shopping in a plus size section. It shouldn’t be just the fashion industry to go through this change. Also the retail industry should remove this label. Most of the time, this section is hidden away at the back of the store with not enough variety of choices.

Stefania Ferrario is a size UK 12-14 and in fashion is hard to find sizes above UK 6-8. Attaching a label like plus size to anything has created a segregation effect. If we are able to remove this label, we also end this separation that it actually includes 90% of the audience.

I am part of this percentage. I think that Stefania Ferrario’s words can be a guidance to all those people that want to express themselves, no matter the size.

°°°°°°

#DropThePlus : Stefania Ferrario

Stefania Ferrario, modella australiana di madre Italiana oggi è la testimonial della linea lingerie di Dita Von Teese e maggiore esponente del movimento #DropThePlus.

Durante un intervista con DAZED magazine, Stefania ha affermato che l’industria della moda non riesce ancora a rappresentare il pubblico alla quale vende. Celebrare la diversità corporea sta ormai diventando un must in tutto il mondo. La moda finalmente si sta aggiornando. Quest’industria dovrebbe celebrare la diversità corporea anche se a volte sulle passerelle vediamo proposto solo un tipo di corpo. Stefania Ferrario aggiunge che probabilmente è così perchè adattare i vestiti ad un corpo con più curve risulta più difficile.

I vestiti dovrebbero essere fatti per mettere in mostra il corpo e migliorarlo ancora di più. Non dovrebbero essere fatti per nasconderlo. Con l’etichetta Plus size si tende ad indicare capi che nascondano il copro, che lo smagriscano e lo “mettano via”.

Creatrice dell’hashtag #droptheplus, parla anche di alcuni problemi che le persone possano avere nel farsi trovare nelle sezioni plus size. Insiste sul fatto che non debba solo essere il mondo della moda a togliere quest’etichetta. Anche il mondo del commerciale dovrebbe adattarsi senza per forza mettere questa sezione sul retro del negozio con poche scelte.

Stefania Ferrario è una taglia UK 12-14 (stiamo parlando di una taglia 44 – 46 italiana) mentre nella moda è difficile trovare qualcosa oltre la taglia 40. Attaccare un etichetta come quella di plus size porta ad un fenomeno di segregazione. Rimuovendo tale etichetta, si va anche a rimuovere questo fenomeno di reclusione, che poi in realtà include il 90% della clientela generale.

Io rientro in questa percentuale di clientela e penso che le parole di Stefania Ferrario possano essere una guida per tutte quelle persone che vogliono esprimere se stesse, non importa la taglia.

You Might Also Like

No Comments

Rispondi