TOP

LOGBOOK: Tokyo #2 – Zojoji

#MyJapan

Zojoji Temple

The Zojoji was founded in 1393 and relocate to the present site in 1598 after Ieyasu Tokugawa, founder of the Tokugawa shogunate, entered present-day Tokyo in 1590. After the start of the Edo Period, Zojoji became the family temple of the Tokugawa family. The cathedral, temples and the mausoleum were burned down by air raids during World War II. Most of the structures have been rebuilt. Today Zojoji continues to serve as the main temple of the city.

Zojoji’s Peculiarities

THE GATE: The main wooden gate is peculiar for its vermilion color. Measuring 21 meters in height, 28.7 meters in width and 17.6 meters in depth, it was built in 1622. Today the gate is one of the most important remains of the Edo Period architecture. Its name is Sangedatsumon and it means a gate (mon) for getting delivered (gedatsu) from three (san) earthly states of mind: greed, anger and stupidity.

THE BELL: With a diameter of 1.76 meters, a height of 3.33 meters and a weight of 15 tons, is renowned as one of the Big Three Bells of the Edo Period. It’s tolled twice a day for 6 times each, in the early morning and in the evening. It’s called Daibonsho (Big Bell). It serves to purify 108 earthly passions (bonno), which lead people astray. It’s also said to profound equanimity through an exhortation, repeated six times a day.

THE STATUES: When you walk around in the Zojoji Temple, one of the first thing you might notice are these statues representing babies. They are called Ojizo-san, or Ojizo-sama. They are characterized by bright red clothing and handmade crochet caps. They may just seem cute ornaments, but they are said to protect the spirit of unborn children and the little ones that passed away.

My Point of view

Whenever I go to Tokyo, this is always one of the first spot I visit. It always impresses me how the temple can stand along side the Tokyo Tower. The unique feeling you get when you cross that gate it’s something inexblicable.
As soon as you set foot on the Zojoji ground, you get this feeling of silence and peace like anywhere else in town. While admiring the traditional Japanese architecture, you almost forget that you are actually in the middle of one of the busiest district of Tokyo.
I have tons of memories in this place. Whenever I go there, it always feels like coming back home.

***

Zojoji Information: official website

 

°°°°°°

Tempio Zojoji

Lo Zojoji è stato fondato nel 1393 e trasferito al luogo attuale nel 1598 dopo che Ieyasu Tokugawa, fondatore del shogunato dei Tokugawa, entrò nell’attuale Tokyo nel 1590. Dopo l’inizio del Periodo Edo, lo Zojoji diventò il tempio della famiglia Tokugawa. La cattedrale, templi e il mausoleo sono stati bruciati durante i raid aerei della Seconda Guerra Mondiale. La maggior parte delle strutture sono state ricostruite. Lo Zojoji continua oggi ad essere il tempio principale della città.

Particolarità dello Zojoji

IL GATE: L’entrata principale è particolare per il suo colore vermiglio. Con 21 metri in altezza, 28.7 metri in larghezza e 17.6 metri di profondità, è stato costruito nel 1622. Oggi l’entrata è uno dei più importanti resti dell’architettura del Periodo Edo. Il suo nome è Sangedatsumon e significa entrata (mon) per far uscire (gedatsu) dai tre (san) stati mentali terreni: avidità, rabbia e stupidità.

LA CAMPANA: Con un diametro di 1.76 metri, un’altezza di 3.33 metri e un peso di 15 tonnellate, è conosciuta come una delle Tre Grandi Campane del Periodo Edo. Viene suonata due volte al giorno per 6 rintocchi, la mattina presto e la sera. Si chiama Daibonsho (Grande Campana). Serve per purificare dalle 108 passioni terrene (bonno), che portano le persone nella direzione sbagliata. Il suo compito, inoltre, è quello di diffondere profonda calma tramite richiami ripetuti 6 volte al giorno.

LE STATUE: Quando si cammina nel Tempio Zojoji, una delle prime cose che si notano sono queste statue rappresentanti dei bambini. Si chiamano Ojizo-san, o Ojizo-sama. Sono caratterizzate da vestiti rossi e dai cappelli all’uncinetto. Queste sculture potrebbero sembrare semplici ornamenti, ma si dice proteggano lo spirito dei bambini non ancora nati e di quelli morti prematuramente.

Il mio punto di vista

Ogni volta che vado a Tokyo, questo è uno dei primi posti che visito. Mi impressiona sempre come il tempio possa erigersi proprio accanto alla Tokyo Tower. La sensazione unica che si prova quando si attraversa l’entrata è qualcosa di inspiegabile.
Non appena metti piede sul suolo dello Zojoji, hai questa sensazione di silenzio e pace introvabile in altre parti della città. Mentre ammiri la tradizionale architettura giapponese, quasi ti dimentichi di essere nel mezzo di uno dei distretti più concitati di Tokyo.
Ho un sacco di ricordi in questo posto. Ogni volta che ci vado, mi sembra come di tornare a casa.

***

Zojoji Info: official website

«

»

1 COMMENT
  • Chiara
    3 anni ago

    deve essere davvero interessante questo posto – le foto stupende!

Rispondi

@thetrendfolio

La risposta da Instragram non aveva codice 200.

Follow us