INSPIRATION: Lillian Bustle


Lillian Bustle

I didn’t know Lillian Bustle. I found her TED Talk video by chance among the youtube advices and I decided to watch it. TED Talks are conferences where a mentor inspires the audience talking about significant subjects. Usually these people are professionals from any kind of sector according to a specific topic.

In this video, Lillian Bustle talks about his experience in being fat. Yes that’s right. She starts her speech with “I am fat” and she’s not afraid to say so. Why would she anyway? Too often, specially in the westener side of the world, this word is seen as a negative one. In truth, it’s just another adjective to describe ourselves. We attribute to us words such as beautiful, tall, thin, blonde, funny, cheerful. However, when we arrive to the fat and short words, these are almost always seen as a bad thing. This is completely untrue.

A recent study demonstrates that the more we are exposed to a certain type of body diversity images, the more we are incline to love this difference and most of the time to prefer it. Our likes change constantly depending on our exposure to images. In this study, the more images of women with larger or curvier body were shown (dressed and not), the more people were incline to prefer them and be attracted by them.
The more we see a certain type of body, the more we like it. The more body diversity is normalized in pur mind, the kinder we get towards ourselves and our bodies.

As Lillian said during her video. “You owe it to yourself. Find some kind of art or thing that inspires you and that will inspire other people”. This is what I wanna do. To inspire other people like me with my ords. Being beautiful is a decision that you make. Every body is unique, wonderful and special as it is.

°°°°°°

Lillian Bustle

Non conoscevo Lillian Bustle. Mi è capitato per caso il suo video alla TED Talk fra i video suggeriti di youtube e ho deciso di darci un’occhiata. Le TED talks sono delle conferenze dove ogni mentore parla della propria esperienza ispirando la gente che, come loro, ha avuto problemi in passato.

In questo video, Lillian Bustle parla della sua esperienza nell’essere grassa. Esatto, proprio così. Lei esordisce con “Io sono grassa” e non se ne vergogna. Perché dovrebbe? Troppo spesso, specialmente nel mondo occidentale, questa parola è vista con una forte accezione negativa. In realtà è semplicemente un altro aggettivo per descriverci. Ci definiamo belle, alte, magre, bionde, more, simpatiche, esuberanti. Tuttavia quando si arriva ad aggettivi come grassa e bassa, questi vengono quasi sempre associati con brutta. Tutto ciò non è assolutamente vero.

Un Recente studio dimostra che più siamo esposti ad un certo tipo di differenza fra corpi e differenza di immagine, più il genere umano è incline ad amare questa differenza e molte volte anche a preferirla. Le nostre preferenze cambiano costantemente a seconda della diversa esposizione che abbiamo verso certe immagini. In questo studio, più venivano mostrate immagini di donne di taglia forte o curvy (vestite e non) e più le persone ne erano attratte.
Più vediamo un certo tipo di corpo, più ci piace. Quindi, più la differenza fra i corpi viene normalizzata nella nostra mente, più gentili diventiamo nei confronti di noi stessi e i nostri corpi.

Come dice Lillian durante il suo video, “Lo devi a te stessa. Trova qualche tipo di arte che ti ispiri e che ispiri altre persone”. Questo è ciò che voglio fare. Ispirare altre ragazze e ragazzi con le mie parole. Essere belli è una decisione che si prende. Ogni corpo è unico, meraviglioso e speciale.

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    michy px
    agosto 16, 2016 at 8:52 am

    Molto interessante questo video, io credo che chi si accetta per come è , è molto più felice ed in armonia con se stesso, ma se hai persone che ti stressano dicendoti che sei grasso allora la vivi in modo diverso e stai male….dovremmo essere tutti più elastici e soprattutto non pensare agli altri ma a noi stessi!

  • Rispondi